lunedì 1 dicembre 2008

Ipocrisie

images.jpg

I sottanoni sono un appuntamento fisso di questo blog. Mi fanno venire l’orticaria.Oggi si sono messi pure contro l’ ONU. Perche’ essere gay in molti paesi del mondo e’ un reato, punibile anche con la morte, e la Francia vuole presentare all’ ONU,  a nome dei 27 paesi europei una proposta di depenalizzazione universale. Lodevole, no? Eppure a qualcuno la faccenda non piace...Il Vaticano, per esempio, non ci sta, e per bocca del suo osservatore permanente presso le Nazioni Unite, tal monsignor Migliore, spiega: «Con una dichiarazione di valore politico, sottoscritta da un gruppo di paesi  si chiede agli Stati e ai meccanismi internazionali di attuazione e controllo dei diritti umani di aggiungere nuove categorie protette dalla discriminazione, senza tener conto che, se adottate, esse creeranno nuove e implacabili discriminazioni. Per esempio, gli Stati che non riconoscono l’unione tra persone dello stesso sesso come "matrimonio" verranno messi alla gogna e fatti oggetto di pressioni».

Detto in altri termini: se l’Iran, per esempio, dovesse un giorno accettare le pressioni dell’ ONU e smettesse di condannare a morte i gay, il Vaticano, l’ Italia e tutti gli altri stati che di fronte alla questione del riconoscimento delle unioni gay si turano –cristianamente- il naso vedrebbero scoperchiata la pentola della loro enorme ed eterna ipocrisia. E questo non puo’ e non deve succedere. Perche’, tra l’altro, l’ Italia e’ il contenitore del Vaticano; e senza neanche pretendere il pagamento dell’ ICI, ma anzi prestandosi a organizzare veglie pro-life oppure manifestazioni in favore della famiglia,  pagando i loro insegnanti di religione  e sovvenzionando le loro scuole private mantiene questa massa di mangiapane senza mestiere alcuno. Perche’ questo sono i sottanoni: dei mosconi inutili, che per mantenere i loro inaccettabili privilegi e continuare a vivere comodamente senza svolgere alcun mestiere normale si inventano la loro morale e poi tentano di importela, cominciando a farti il lavaggio del cervello sin dalla culla. Poco importa che questa morale autoreferenziale abbia a che vedere meno di niente con il pensiero di Cristo. I diritti d’autore sono i loro, ed e’ quello che conta. E i gay d’Iran, o dello Yemen e della Nigeria facciano il favore di arrangiarsi. A meno che non vogliano farsi preti, si intende.

Sul blog di Cioccolatina fondente e su quello di Stella ho trovato questa petizione, che ho firmato.

Aggiungo il link:

http://firmiamo.it/decriminalizzazionedellomosessualita

34 commenti:

  1. sono completamente d'accordo, in tutto e non oso nemmeno commentare questa presa di posizione tanto assurda quanto incredibilmente ipocrita. MI aspetterei qualche seppur sommessa critica da parte dei teo-dem, teo-con, atei devoti e via dicendo, ma dubito che costoro, altrettanto falsi, possano mostrare un minimo di autonomia.

    RispondiElimina
  2. Caro Uno, un giorno o l'altro ci faro' un bel post, sulla numerosa e variegata corte di invertebrati che con i mosconi ha a che fare. Anche loro mietono probabilmente una messe abbondante di privilegi. La schiena dritta e' un'altra faccenda.

    RispondiElimina
  3. Parole santissime (ma in modo laico eh!).
    Sinceramente non so quanto questa ridicola presa di posizione abbia giovato alla chiesa cattolica a.p.d. Fatto sta che hanno dimostrato a tutto il mondo quanto suono furi dal tempo, anche se, purtroppo, non dallo spazio.

    RispondiElimina
  4. Concordo: che tutti gli omosessuali diventino preti e che tutte le lesbiche si facciano suore. In un colpo solo troverebbero lavoro e anche il rispetto soprattutto della madre chiesa che,in momenti come questi in cui pochi sentono la chiamata del Signore,gongolerebbe di fronte a tante nuove vocazioni!!!!

    RispondiElimina
  5. Di fatto con la propria presa di posizione il vaticano avalla la pena di morte per tante persone: appare strano questo alla luce del casino fato per la Englaro!!!! o non era sacra la vita???
    Comunque ricordo quello che disse il titolare (quello vero, non gli usurpatori) a proposito dell'adultera: Chi è senza peccato........
    Capito Bettino????

    RispondiElimina
  6. Citando il Manzoni: avanti, con giudizio.

    RispondiElimina
  7. Ancora una bella figura di merda per il Vaticano, l'Italia e il crisitanesimo al seguito. Vaticano favorevole alla pena di morte per l'omosessualità e magari salva dalla forca il pedofilo o l'omicida...non ho parole, se potessi mi sbattezzerei subito, anzi perchè non facciamo una bella crociata per farlo tutti insieme?

    Laura

    RispondiElimina
  8. Laura : benvenuta. Personalmente non vorrei vedere sulla forca nessuno. Quel che mi da' fastidio dei sottanoni e' il fatto che parlano tanto di rispetto della vita quando si tratta di staccare i sondini oppure di aborto (anche quello terapeutico), pero' poi si tengono stretto l' articolo del catechismo che di fatto lascia ben piu' di uno spiraglio aperto alla pena di morte; oppure invitano in Vaticano Bush, quello che ha iniziato e lasciato a meta' due guerre inutili e sanguinosissime; oppure se la prendono con la depenalizzazione della condizione gay. E' questa grandissima ipocrisia che mi fa arrabbiare. E hanno appena collezionato un'altra figura di merda: non accettano neanche la tutela della disabilita' ...
    Quanto allo sbattezzo: non me ne sono mai interessata, anche se potrei sempre ripensarci. La mia personale opinione e' che farebbe molto piu' rumore la decisione di dirottare l'8 per mille da un'altra parte.

    RispondiElimina
  9. sono veramente nauseata di questo comportamento assurdo e irresponsabile della chiesa. In effetti celestino migliore ha detto che depenalizzando l'omosessualità discriminerebbe quei "paesi". Quindi meglio rischiare di uccidere un omosessuale che discriminare quei paesi razzisti. Assurdo

    RispondiElimina
  10. ma certo, daccordissimo e concordo anche con Lang ex ministro francese. Con queste astute mosse gli eminemses incrementeranno a dismisura la crisi delle vocazioni (povere le suorine e i pretini importati) e ridurranno drasticamente le pecorelle nelle sante chiese. Se l`Europa ha fatto in 25 anni passi da gigante nella sfera dei diritti umani non cosi e`stato per l`italia terreno dove la politica si arruffiana il Vaticano a scopi elettorali. Conquiste come divorzio e aborto segnano 30 anni di eta` ed allora ci sembrava di essere in un mondo migliore. Adesso c`e` solo Migliore....

    RispondiElimina
  11. ANTONIO DA PESCARA3 dicembre 2008 12:13

    CHE PENA,TUTTO QUESTO ODIO PER LA CHIESA.VOLETE SOLO CHE RATIFICHI QUELLO CHE LA MASSONERIA DECIDE, PER EDIFICARE NEL MONDO LA DITTATURA DEL NULLA E LAVARE IL CERVELLO ALLE NUOVE GENERAZIONI.SIETE FAVOREVOLI SICURAMENTE AL MATRIMONIO TRA UOMO E UOMO O TRA DONNA E DONNA.PERCHE' NON TRA UOMO E CANE,ALLORA?SI DEVE PERDERE OGNI TRACCIA DEL SENSO NATURALE, MI FATE PAURA NON PER ME MA PER I MIEI FIGLI CHE CRESCERANNO IN QUESTO SCHIFO.ABOLIAMO NATALE E PASQUA,TANTO ORMAI PARLARE DI GESU' CRISTO DA' FASTIDIO A TROPPA GENTE.MA POI, I BOTTEGAI COME FARANNO?
    MA QUALE OMOFOBIA, ORMAI C'E' LA OMOMANIA.VI CHIEDO SOLO DI RIFLETTERE SUL FATTO CHE RIFIUTARE LA DEPENALIZZAZIONE DI CUI PARLATE PERALTRO IN VIGORE AL MOMENTO, CREDO, SOLO IN PAESI NON CRISTIANI SIGNIFICA SOLO NON VOLERE , UN GIORNO,CHE SE SI DICE O SCRIVE QUELLO CHE PENSO IO, SI POSSA FINIRE IN GALERA.IL PROSSIMO PASSO, OVVIAMENTE, SAREBBE QUESTO.

    RispondiElimina
  12. Ciao a tutti,
    io parlo da persona cresciuta in ambiente molto religioso che si è, col tempo, allontanata dalla Chiesa (ma non da Dio) perchè non condividevo molte prese di posizione della Chiesa.
    Non sono d'accordo su alcuni attacchi che generalemnte vengono fatti alla Chiesa (come per esempio la questione ICI) in quanto riesco a fare un bilancio fra ciò che di bene c'è nel cristianesimo e ciò che la società di
    oggi richiede.
    Resto però alquanto peplessa e schifata da alcune ultime prese di posizione del vaticano, primis fra tutti la questione Gay.
    Io, che generalmente riesco a trovare una giustificazioni alle cazzate che fanno mettendo in relazione ciò che conosco della religione con le posizioni dichiarate.... questa volta proprio non ci trovo un nesso.

    Ugualianza degli uomini davanti a Dio, diritti degli essere umani, eliminazione delle discriminazioni.... Dove sono tutte queste belle cose che Dio (e non solo) ci ha insegnato?
    Ma poi mi chiedo: il vangelo discrimina così? io non l'ho letto tutto, ma da quel che ricordo Gesù era un po' più buono di chi veste in bianco o in porpora e siede su troni dorati!!

    Mi dispiace dirlo, ma la Chiesa sta veramente rovinando ciò che di meraviglioso ha la religione cristiana

    RispondiElimina
  13. ANTONIO DA PESCARA3 dicembre 2008 12:39

    CARA VALENTINA, LA FEDE (QUALUNQUE FEDE RELIGIOSA) NON E' UN CENTRO COMMERCIALE DA CUI SI PRENDONO LE COSE CHE PIU' CI PIACIONO O ASSECONDANO LE NOSTRE TENDENZE.RICORDA IL COMANDAMENTO "NON COMMETTERE ATTI IMPURI", O LA FINE CHE NELLA BIBBIA FA QUEL POSTICINO POLITICAMENTE CORRETTO DETTO SODOMA, O LA GENESI CHE DICE CHIARAMENTE CHE DIO HA VOUTO L'UOMO MASCHIO E FEMMINA.

    RispondiElimina
  14. certo che ci si puo' sbattezzare!
    basta andare sul sito della UAAR, sezione Sbattezzo, scaricare la modulistica e mandare al parroco. Io lo faro' a natale.
    Sara' il mio regalo.
    E l'otto per mille lo do da sempre ai protestanti e agli ebrei. Vanno bene tutti tranne la "chiesa" di roma!

    ps: oggi il vaticano si rifiuta di firmare la carta onu dei diritti dei disabili

    RispondiElimina
  15. Si è vero, la fede non è un centro commerciale.
    Ma qui non si tratta di prendere ciò che più piace o no, si tratta di vedere tutti gli uomini uguali di fronte a Dio. E anche se la bibbia dice una cosa... un bel giorno è arrivato anche il nuovo testamento.
    Ci sono cose che il nuovo testamento non dice, ed anche se dio ha voluto l'uomo e la donna, non ha detto che il gay va discriminato.

    Se partiamo dal presupposto che chi si considera persona di fede, deve "sottostare" a tutto ciò che la fede dice, dobbiamo anche fare la distinzione fra "libro Sacro" e Chiesa. Un Esempio: dove sta scritto che una donna non può fare il prete o che un prete non si può sposare? Queste sono regole esclesiatiche, posso non condividerle?

    Se partiamo dal presupposto che al centro commerciale posso solo scegliere quello che mi impongono, allora un mussulmano deve accettare, per esempio, la lapidazione.

    Non Tutto quello che esce dalle parole di un religioso è cosa buona, ricordiamoci che solo Dio non sbaglia. I suoi seguaci sono invece esseri Umani.

    RispondiElimina
  16. Mi pare che quasi tutti i commenti siano dettati da forte animosità contro tutto ciò che richiami il Papa, i preti, la chiesa e via dicendo. Se siete così tolleranti verso la diversità e i 'diversi', perchè non lo siete nei confronti della Chiesa, che è davvero 'diversa'? Infatti, mi chiedo e vi chiedo, chi glielo fa fare alla Chiesa a prendere posizioni, in questo come in altri casi, che sa benissimo attirargli le ire e gli insulti di tanta intellighentia laica con il loro seguito? Forse la Chiesa soffre di masochismo. Non vi pare che sia rimasta l'unica a dire senza timore come la pensa e questo tenendo presente il bene di tutti, omosessuali compresi, ma senza venire a compromessi su ciò che è bene e su ciò che è male? Non ha per caso influito sulle vostre posizioni lo smaccato e voluto fraintendimento delle parole del pensiero di MOns. CelestinoMigliore operato anche da questo giornale, che ieri titolava: "Il Vaticano all'Onu: l'omossesssualità resti reato"? E' la Chiesa che fa il lavaggio del cervello o è piuttosto Repubblica e altri mezzi di informazione, che vanno dietro alle tendenze e praticano lo sport di "tiro al Vaticano", perchè tanto non risponderà mai per le rime, mentre risponderebbero, eccome, le forti lobby dei gay? Pensate, gente, pensate e non vi fate infin.....Stefano.

    RispondiElimina
  17. sarei curioso di sapere cosa ne pensano i nostri teologi in merito a questa presa di posizione della gerarchia ecclesiastica,ed anche di quella sulle disabilità,che fa il paio con questa.
    Civiltà Cattolica tace,Famiglia Cristiana,pure;zitti anche i movimenti religiosi dagli SCOUTS ai Focolarini all'Azione Cattolica,FUCI e via discorrendo;tutti muti e sordi.Si attende un nuovo miracolo...Padreterno datti una mossa!

    RispondiElimina
  18. ecco, una cortesia:
    a chi critica quelle persone che si sono dichiarate contro questa presa di posizione del vaticano, potete spiegare le ragioni del vostro essere d'accordo? (che non siano, per favore, che dio ha creato l'uomo donna e l'uomo maschio e che quindi non è naturale)

    RispondiElimina
  19. ANTONIO DA PESCARA3 dicembre 2008 14:21

    CARA VALENTINA,NON SONO UN DIPLOMATICO DELLA S.SEDE MA CREDO CHE LE RAGIONI VATICANE SIANO SOSTANZIALMENTE TECNICO-GIURIDICHE.IL TUTTO E' NATO DAL TENTATIVO DI RIDEFINIRE I "DIRITTI UMANI". COME E'ALMENO IN TEORIA IMPOSSIBILE PER UNO STATO MEMBRO ONU METTERE IN GALERA UNA MINORANZA ETNICA IN QUANTO TALE, O CHI DICE "IL MIO GOVERNO NON NE AZZECCA UNA", MA POI A DECIDERE VERAMENTE LA PARTITA E' LA FORZA DEI RAPPORTI POLITICI (VEDI CINA O ARABIA SAUDITA), COSI' LADDOVE VI SIANO QUESTE DISCRIMINAZIONI SI RISCHIA IL BANDO E LA CONDANNA INTERNAZIONALE E IN CASI ESTREMI IL TRIBUNALE DELL'AJA. SANCIRE IL DIRITTO ALL' OMOSESSUALITà SIGNIFICA QUINDI, IN TERMINI PIù LAICI, UNA RIDUZIONE DELLA SOVRANITA' NAZIONALE, E IN TERMINI IDEOLOGICI, CHE GLI STATI PIù POLTICAMENTE CORRETTI E ZELANTI COME LA SPAGNA DI ZAPATERO FARANNO LEGGI PER METTERE IN GALERA CHI (PRETI,GIORNALISTI, POLITICI,ECC.)SI DOVESSE AZZARDARE A CRITICARE GLI ATTI E LA VISIONE DEL SESSO OMOSESSUALI. VALENTINA, RAGIONI DA RAZIONALISTA E IO DA RAZIONALISTA TI CHIEDO:TI PARE DEMOCRAZIA?

    RispondiElimina
  20. Ciao,
    prima di tutto mi presento, sono un ragazzo gay di 24 anni, sono arrivato al tuo blog tramite il collegamento su Repubblica.it e quindi per prima cosa voglio esprimere il mio apprezzamento sia per il fatto che ci siano blog come il tuo e sia perchè hanno risonanza nel mondo dell'informazione internet. Purtroppo la Chiesa manifesta una posizione che è comune a una parte della società. E cioè un'avversione cieca verso l'omosessualità. Non importa se questi omosessuali sono uomini e donne che manifestano soltanto il loro modo di essere, i loro desideri e il loro amore. Nel nome di Dio, si vuole fare una celata eugenetica, per cui va bene che questi uomini e donne siano uccisi torturati e imprigionati. Questa volta però la posizione della Chiesa si scontra con il concetto stesso di umanità e progresso, contro quei diritti fondamentali dell'individuo per cui ci siamo battuti tutti nel corso della storia.

    RispondiElimina
  21. l'intolleranza e' accettabile solo contro gli intolleranti.

    la "chiesa" romana discrimina?
    e' giusto che venga discriminata!

    ricordo inoltre che "sancire il diritto all'omosessualita'" significa semplicemente riconoscere che l'omosessualita' e' un dato di fatto di natura.
    Mentre, di contro, la "famiglia naturale" di cui parla il vaticano e' solo una delle centinaia di forme di aggregazione di base che l'umanita' ha sperimentato, come qualsiasi manualetto di antropologia culturale puo' confermare...

    i seguaci del vaticano sono liberi di credere a cio' che preferiscono, ma non possono pensare di imporre le loro oscene e immorali idee al resto dell'umanita'. tutto qui.

    RispondiElimina
  22. Ad Antonio da Pescara:
    E' giusto che la sovranità nazionale dell'Italia, per esempio, decida con io devo andare a letto con Deborah e non con Gianni? E secondo te è giusto che, ad esempio Berlusconi, capo del governo italiano, mi dica che non posso vivere tutta la vita con Giacomo, il mio ragazzo, perchè La sovranità nazionale italiana è contraria?
    E' facile probabilmente parlare per qualcuno che non ha pulsioni omosessuali, dice, tanto a me non mi riguarda! (grazie!) Ma a te, singolo individuo generico, cosa te ne frega con chi vado a letto, chi sogno prima di addormentarmi o qual'è il sesso della persona nella foto che tengo nel mio portafoglio?
    Non è solo una questione di ciò che è giusto o sbagliato è una questione del sapere se Voi, voi generico e non determinato, volete che gli omosessuali abbiano una vita felice o preferite vederli soffrire. Se per voi, voi generico, l'omosessualità è sbagliata e gli omosessuali devono reprimere la loro vita sessuale e sentimentale. Io, da omosessuale e omofilo, non posso dirvi altro che non accetterò mai di essere buttato nella spazzatura come un granello di polvere dalla scopa della vostra morale. Ed anzi penso, profondamente dentro me stesso, che nel mio amore e nella mia comprensione della vita e dell'umanità sono una persona infinitamente migliore di Voi. (voi generico e non determinato)

    RispondiElimina
  23. Ma cavolo anche questa volta abbiamo fatto eco alle stronzate de clero, ma se lo ignorassimo una volta per tutte? Ha espresso solo la sua opinione di stato "straniero" come il Vaticano, Iran, Cina.... Ma chi se ne frega delle sottane nere!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Anzitutto benvenuti. Ho poco tempo, oggi, per leggere tutto e rispondere. vedo che ci sono anche commenti negativi, e mi fa piacere (sul serio). Mi riservo dunque di spiegare le mie ragioni piu' tardi, con calma. Una sola preghiera: evitate di scrivere un intero messaggio con lettere maiuscole: e' piu'difficile da leggere e suona come fosse "gridato" (e sono sicura che questa non era l'intenzione).
    A dopo

    Angelina66

    RispondiElimina
  25. caro Antonio da Pescara,
    le tue argomentazioni non hanno alcun pregio per i seguenti motivi:
    1) qui nessuno mette in dubbio che ciascuno possa dire la sua su quello che crede e nessuno ti metterà in galera anche se hai detto una marea di cose senza senso;
    2) nessuno vuole abolire le feste religiose e in ogni paese democratico ciascuno può professare liberamente la propria religione;
    3) i tuoi figli cresceranno in un paese con molt problemi...ma il diritto di critica non rientra senz'altro tra questi;
    4) Gesù non si è mai scagliato contro gli omosessuale...almeno non mi risulta

    RispondiElimina
  26. Caro Antonio da Pescara,
    correggimi se sbaglio, ma gli insegnamenti cristiani non dicono forse che siamo TUTTI figli di Dio? Che Lui ci ama TUTTI allo stesso modo?
    Allora mi chiedo come sia possibile che il Vaticano (che DOVREBBE essere il tramite di Dio in terra) possa aver dimenticato una lezione tanto basilare. Chi siamo noi (inteso come uomini mortali) per arrogarci il diritto di traviare così profondamente gli insegnamenti di un Essere che si presuppone onnipotente?
    Io sono battezzato e cresimato, ho seguito il catechismo e le lezioni di religione a scuola,ma non credo più nella chiesa proprio perchè non diffonde più la parola di Dio.
    La religione AVREBBE potuto essere l'unica forza capace di unire tutti gli uomini, ma invece a causa delle interpretazioni errate (a dir poco) degli uomini è diventata una delle più grandi cause di discriminazione e violenza esistenti.
    Fin dall'inizio della civiltà I più grandi crimini della storia dell'uomo sono stati fatti in nome di una qualche divinità che (sono sicuro) non avrebbe mai approvato tali atti.

    A proposito di "RICORDA IL COMANDAMENTO “NON COMMETTERE ATTI IMPURI”: gli atti impuri comprendono anche la masturbazione giusto? Allora la quasi totalità della popolazione mondiale dovrebbe essere arrestata o frustata o uccisa? Ma scommetto che TU non hai MAI commesso atti impuri....

    RispondiElimina
  27. hehe...bella quella sugli atti impuri.
    Il problema è piuttosto serio e le dichiarazioni vaticane sono, da un lato, prive di logica e, dall'altro, estremamente pericolose perchè ribadiscono l'errore di fondo in cui cadono gli alti prelati.
    Tale errore consiste nel ritenere gli omosessuali persone che godono dei medesimi diritti degli etero a patto che decidano di sotterrare il loro modo di essere per mettere su famiglia o per farsi a loro volta preti o suore.
    Tuttavia, confondendo omosessualità con pedofilia, i seminari non accoglieranno o accoglieranno con maggiori difficoltà chi, spinto da vocazione, voglia farsi prete pur essendo omosessuale.
    Praticamente, da qualunque parte si guardi il problema, gli omosessuali sono cittadini di seire B...un disastro

    RispondiElimina
  28. ANTONIO svegliati, questo leader religioso che tu adori scomunicherebbe anche Cristo se fosse vivo: non andava in giro forse con una prostituta e con dei pezzenti????

    RispondiElimina
  29. Caro ANTONIO, la tua Chiesa due giorni fa , si è messa a fianco dell’Arabia Saudita, dell’Iran, dell’Iraq… e di tanti paesi in cui gli omosessuali vengono ammazzati, torturati, messi in carcere….paesi non cristiani, perchè i paesi civili cristiani hanno aderito alla depenalizzazione

    vorrei solo il tormento interiore dei miei cari amici cattolici, che si chiedono come risolvere dignitosamente questo paradosso di una fede buona guidata da un pastore che nasconde i pedofili alla giustizia, e che per motivi politici ritiene opportuno che le persone omosessuali vengano uccise.
    Se il papa è veramente vicario di Cristo, Cristo deve essere completamente impazzito.
    Buona fortuna a tutti, amici miei.
    Vi auguro di avere la forza, e il discernimento, per ribellarvi al vostro pericoloso e disumano leader.

    RispondiElimina
  30. ANTONIO DA PESCARA3 dicembre 2008 16:45

    SOLO UNA PICCOLA PUNTUALIZZAZIONE PER ENRICO:NON LAMENTO CHE VOGLIANO ABOLIRE LE FESTE RELIGIOSE,SONO IO STESSO A TROVARE SENSATO E COERENTE, IN UNA SOCIETA' DOVE ORMAI QUELLO COME IL TUO E' IL PENSIERO DOMINANTE, CHE LO STATO LE ABOLISCA. I CREDENTI SAPRANNO COME CELEBRARLE EGUALMENTE.CREDO PROPRIO CHE MENO CLERICALE DI COSI' NON SI POSSA ESSERE........

    RispondiElimina
  31. Fra non molto, se azzardiamo a dire:" tu sei gay"....finiremo in galera!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  32. No Vince, per ora in galera, torturati e impiccati ci sono solo gli omosessuali e le donne nei paesi fondamentalisti al pari del Vaticano

    RispondiElimina
  33. fino a poco fa (anni 70) la pena di morte era ancora in vigore nello stato del vaticano.

    ricordo inoltre che il vaticano NON ha MAI sottoscritto nessuna dichiarazione sui diritti dell'uomo.

    RispondiElimina
  34. sono ovviamente anch'io sulla vostra stessa lunghezza d'onda, in particolar modo dopo aver letto i 30 comandamenti della Dichiarazione Universale dei diritti umani..
    come si conciliano l'accanimento per la "vita"(?) nel caso Englaro e la richiesta all'onu di non schierarsi per la depenalizzazione dell'omosessualità (che in molti paesi è punita con la pena di morte)??

    RispondiElimina