martedì 25 gennaio 2011

ognuno puo' giudicare da solo...


Io non so come si possa ancora credere a cio' che racconta uno che pur essendo presidente del consiglio si permette di intervenire alla trasmissione di Lerner insultandolo, come potrebbe fare un facchino del mercato con un suo collega. A questo infimo livello siamo giunti, evidentemente. Certo, basta leggersi le trascrizioni delle telefonate per farsi un'idea dell'ambientino in cui sguazza la carica istituzionale che piu'influenza ha sul nostro presente e futuro.


Per questo allego qui alcune delle conversazioni, e non me ne frega niente se qualcuno pensa che sto commetendo un reato, fanculo, io non considero la conoscenza reato.



Buona lettura



Angelina66



***********************************************************



Progressivo nr 1093 del 06.09.2010 ore 19.24 (utenza 3457144039 -Nicole Minetti -rit 3053/2010)


ut. Nicole Minetti int. Iris Berardi


Iris ma ieri? mamma mia...


Nicole mamma mia, te prego, guarda


Iris che tristezza


Nicole eh? si...


Iris che tristezza, l'Aris ha avuto grandi regaloni


Nicole si lo so, lo so, lo so, lo so, me l'ha detto


Iris anche il... dopo regalo?


Nicole ah si?


Iris eh...


Nicole cioè?


Iris, nine (fonetico)


Nicole ah si?


Iris nineflowers


Nicole minchia, sti


Iris eh... infatti, vabbé, poi dopo mi diceva che sono rimasti lei e la barby no?


Nicole eh.


Iris che lui la Barby la mandata a dormire


Nicole non è vero...


Iris, si te lo giuro, me l'ha detto lei oggi


Nicole non ho capito


Iris la... me l'ha detto la Aris oggi per telefono... che la Barbara era rimasta a dormire


era andata di la in camera con loro, lui invece gli ha dato la buona notte


Nicole davvero?


Iris, si


Nicole (ride)


Iris mamma mia


Nicole agghiacciante...


Iris uhm... ma comunque che palle, guarda....


Nicole, dai vabbé, non ci pensare tresor


Iris ma, infatti




 

 


rit 3344/2010)


Ut Marysthelle Garcia Int Nicole Minetti.


...Marysthelle le ragazze sono al limite...Incomprensibile., pranzo oggi no.. Nicole chi è che c'è la Diana? Marysthelle Aristiana, iris, la FICO..... quelle che sono rimaste Nicole hu..ma tu l'hai sentita la Diana? Marysthelle no. Nicole ma dici che rimangono anche lì stasera?


Marysthelle hai visto la Barbara come è.. Nicole madonna mia... ma la cacciata ieri sera la Barbara eh... Marysthelle noooo... Nicole amo' si. mi ha chiamato Lisa la cubana alle ieri sera e mi ha detto... niii... mi fa., una scena bruttissima... mi ha detto la Barbara è rimasta per ultima fino alla fine convinta che Lui gli dicesse di rimaner e... Lui la guarda e li fa. ...te vai a casa Marysthelle oh. mio Dio... Nicole amò te lo giuro.. Marysthelle non c'è la fa più di lei... Nicole è alla canna del gas Marysthelle hu..hu.. Nicole ma quel corpetto., con il reggicalze... come mi ero vestita io l'altra volta.... Marysthelle hai visto?... Nicole è ridicola... è ridicola...





 

 


Progressivo nr.19 del 20.09.2010 ore 19.55 (utenza *******307 -T.M.-rit 3492/2010) Sms da T.M. a B. V.


@Ciao cara, era solo un saluto. Come stai? Quanto alla serata, posso solo dirti: allucinante! Però io non sono stata messa in difficoltà in alcun modo. Po @i ti dirò bene. Baci


Progressivo nr 22 del 20.09.2010 ore 20.12 (utenza *******307 -T.M. -rit 3492/2010) Ut 7!M-IntB.V.







(...)

T.M: di ieri che mmmm va bè, nel senso ci sono, ci sono diverse tipologie disperate alla fine è chiaro che ci sono momenti in cui ci sono più persone e momenti in cui, magari, sono quasi più più seriosi no? Ieri sera, e tu non lo sai, perchè in realtà va come in tutte le cose, un po' il padrone di casa che da lo stile alla serata no?


 


B.V. : annuisce


T.M: e fa gli inviti quindi. Ieri sera c'erano molte ragazze, tipo una ventina, e c'era lui e il suo fedelissimo amico che ha un ruolo importanteeee, bassino, mmmm, adesso va bè, comunque, eee molto abbronzato, che parla benissimo di lui, lo venera proprio, (ine.) ti può venire in mente chi è, comunque... eeee poi c'era un'altra persona ancora eemm questi loro tre e basta, e tutte ragazze. Eeeee noi siamo entrate proprio senza nessun tipo di controllo nel senso che tu arrivi, fuori di casa, eee dici il tuo nome e passi con la macchina tranquillamente. Io avevo la mia borsa il mio cellulare, nessuno me l'ha guardata nessuno mi ha chiesto niente. Quindi, varchi la soglia ed entri. Eeee l'ingresso è stato proprio cioèèèè, ma non informale, di più. Perchè queste persone lo chiamano: "amore - tesorino" cioè, ma proprio dei livelli V. di bassezza totale. Tu non immaginarti niente di quello che puoi immaginarti. Rendilo mmmm B.V.: no, io mi posso immaginare solo quello che c'è scritto nei giornali.


T.M: ecco, praticamente nei giornali dicono molto meno della verità. Cioè, anche quando looo, anche quando, diciamo, massacrano, no, cioè, è molto peggio! Molto più triste e molto piùùù. Ti dico, non c'è nulla di pericoloso, fa tutt, a me proprio mi ha lasciato l'amaro in bocca. Ma non perché ho avuto paura, no no no, per la desolazione cioè, sai quando vedi quelle cose... B.V.: ma più della persona o delle persone?





T.M: no, della pers.. va bè.. la persona èèèè e ti dico, cioè io ho avuto un contatto diretto non è che non l'ho conosciuto, l'ho proprio conosciuto, ma perchè lui aspettava me, e mi ha presentato a tutti, m'ha accolto in un certo modo, m'ha dedicato la canzone cioè, proprio...


B. V. : quindi è stato proprio


T.M: sì sì sì B.V.: ospitale?


T.M: sì sì sì ospidalissimo, ma non aveva capito la la la questione, eeee del resto lui magari è abituato che se una va lì.. no?


 


B.V. : annuisce


T.M: è pronta a tutto diciamo, ma io sai come sai, non ho problemi a dire no a nessuno quindi ero nel mio angolo....


B. V.: (ine.) di te proprio.


T.M: come?


B. V.: no dico, ci voleva una persona comunque come te dai.


T.M: a sì! Un'altra o si metteva a piangere?...


B. V. : per riuscire aaa...


T.M: sì sì B.V.: aa gestire dai, una cosa che magari non t'aspetti a cui non non sei abituata....


T.M: sì, cioè o uno si mette in difficoltà o uno prende un taxi e va a casa o unoooo ci sta... diciamo così. Perché puoi essere anche più debole, quindi niente, questo clima assolutamente informale, cena, omaggiata con variiii con tUt con vari presenti che ho dimenticato, ma non è vero, ce li ho lasciati apposta là....


 


B.V. : annuisce


T.M: nel senso che, erano cosa va bè, a parte brutte come si dice (ride) sai quelle robe farfallesche' e cose che non non sono da me, quindi forse se mi fosse piaciuto qualcosa me lo sarei anche tenuto, maaa anche no. E' una persona molto simpatica, molto di compagnia, cioè, l'immagine che (ine) diciamo così si trasmette è vera.


B.V. : annuisce


T.M: canta, no no


B.V. : carisma, carismatico.


T.M: ecco, invece no. B.K.no?


T.M: a me è scaduto tantissimo. Mi ha., mi sembrava di avere di fronte non lui, ma le caricature del 'bagaglino'


 


B.V. : annuisce


T.M: ecco, io ho vissuto la serata come se fossi al 'Bagaglino'. Hai presente quella volgarità spiccia che non è neanche tanto costruita o fantasiosa? Non è "Eyes wide shut"


B.V. :no no


T.M: il film con Tom Cruise, cioè no!


B.V. :no no no


T.M: una roba banale ecco. Io mi sentivo lì dentro. In questa cosa in cui a un certo punto durante la serata con l'Agostino di turno, tipo Maria De Filippi, quello con la










 


PROCURA DELLA REPUBBLICA foglio nr. 209 presso il Tribunale di Milano


 


pianola che canta, a un certo punto, non si sa bene come o perchè, qualcuno ha iniziato a far vedere il culo e da li la serata è decollata. B.V.:ah!


T.M: in un susseguirsi di cose più o meno volgari, ma come se fosse naturale e ti dico tutti davanti a tutti quindi questo buttasù...


B. V. : ma questo a tavola? Dopo cena?


T.M: no no, a tavola mentre si mangiava. Dopo di che ci si è alzati e la cosa è peggiorata nella lato diciamo, no nel lato, in una sala-discoteca mmm è lì il degenero più totale cioè proprio siamo, ripeto, in un puttanaio in cui si ci si intrattiene come meglio si crede. Cioè, poi alla fine ognuno è libero di fare quello che vuole, nel senso che, è una casa privata no? E ti ripeto, io sottolineo che nessuno mi ha proposto nulla chiesto nulla alluso a niente cioè assolutamente no. Io sono stata tutta la sera seduta, piuttosto che a fumarmi la sigaretta piuttosto che a mandare un messaggio al cellulare, rispettata assolutamente. Dopo sai, anche solo il fatto di vedere certe cose, può metterti in difficoltà.


 


B.V. : annuisce


T.M: forse lui, pensa che tu sappia cosa vai a fare, ma perché nel caso di tutte loro è vero. No? B.V.: ma scusa una cosa, ma tu non eri stata così, diciamo, preparata aa...


T.M: allora no, in realtà no, fino a un certo punto, nel senso che lei mi aveva detto a, non ti scandalizzare, vedrai dai un po' dì tutto, ma io pensavo di vedere o delle avances


 


o della disponibilità che poi però si sarebbe concretizzata in un'altro posto. Cioè, capisci che se io vedo uno che ammicca o una che dice dai dai dai, che ne so, è un conto no? Se poi io vedo un bacio è un altro discorso...


B.V. : annuisce


T.M: e poi io non ne vedo uno, ma ne vedo venti (20) ....


B. V. : poi tu dici, se tantooo voglio dire è uno lo spazio c'è t'immagini...piuttosto...


T.M: quello! Barava! brava!


B. V.: uno va a farsi i fatti suoi da un'altra parte dici.


T.M: brava, brava è questo che io non mi sono spiegata. Il perché di questo 'buttasù' collettivo e appunto, a giro no? Cioè posso dare un bacio a una come a un'altra, ma così, ripetutamente e ti ripeto davanti a tutti senza che abbia un senso. Perché allora qui c'è l'ostentazione cioè c'è il voler far vedere che lo fai secondo me. E in questo ci deve essere .... alla fine ... boh ... questa è una persona comunque molto molto grande. Si potrebbe quasi dire adesso, non anziana, ma insomma...


 


B.V. : annuisce


T.M: voglio dire, ha una certa età.


B. V.: si non dovresti avere più certiiii...


T.M: ma così no.


B. V. : non dovresti viverla in questo modo.


T.M: no, anche perché.... B.V.: queste cose....


T.M: vorrei sottolineare che il livello di bellezza, piuttosto che simpatia o intelligenza non era da dieci (10) e lode. Cioè, non tutte sono... c'è la disperata venezuelana che non parla una parola e che c'ha dei vestiti allucinanti, (tossisce) c'è neanche da dire che sono...


 


B.V. : (ine.) tutte è  





T.M: dieci (10) belle ragazze e anche fini, perché una bella la Nicole va bene che ha una certa bellezza molto appariscente, però è una persona che si sa vestire anche in modo fine no? E ieri sera infatti (ine.) fine. Io posso essere meno bella, ma comunque ho un certo tipo di modo di fare, comunque fine...


B.V. :sì sì


T.M: e invece no. C'erano dei soggetti spaventosi.


B. V.: un livello basso insomma? Da da...


T.M: un livello molto basso. B.V.:... cose che vedi in televisione insomma?


T.M: no, ma c'erano soggetti di quell di quell'ambiente, ti ti posso citare la 'Cipriani'.


 


B.V: oooooo


T.M: sì sì sì sì sì. assolutamente.


B.V: ah lei guarda, lei vorrei sapere se c'è o ci fa ma secondo me ci è. Sicuro!


T.M: bèèperò alla fine li è tutto... ti ripeto, un voler chiamare in quel cioè, io appunto, me ne sono stata in disparte e a fine serata mi ha anche chiesto: "ma ti sei divertita?" e io gli ho risposto:"bè, insomma, non è questo il mio modo", ma ti dico che anche fisicamente io lo vedevo diverso, nel senso che, quando tu puoi vedere certi discorsi che fa, ha un tipo di piglio, lascia stare che vedi che s'è rifatto che s'è tirato, però ha un piglio di una persona molto decisa cioè, anche come parla è un comunicatore no? Almeno in quello è uno che si vende bene.... B.V.: per quello ti dicevo carsimatico, nel senso che...


T.M: e invece no. Sembrava un guarda, ti dico, mi viene bene la figura del 'bagaglino' cioè una caricatura....


B. V. : una caricatura di se stesso.


T.M: sì, bru.. guarda, una cosa molto brutta e molto triste.


B. V. : perché tanto voglio dirti, cioè, si esula completamente da quella che è la propria diciamo così, la propria figura professionale voglio dire.


T.M: assolutamente sì. Forse io pensavo che lui mantenesse un contegno e poi facesse i fatti suoi. Invece no. Assolutamente no. Cioè, lui si presenta in un certo modo, ma molto basso e mi dispiace perché, bho? Non c'è bisogno... B.V.: ma forse a volte ci sono appunto si sono dette delle cose molto pesanti proprio, non lo so forse sulla base di di certe cose, arrivare a dire tipo: "sei malato", cioè, sua moglie lo diceva. T.M:sì sì sì sì, ma non ma guarda, può darsi, che non lo so... B.V.: (ine.)


T.M: però, al di la di tutto è una cosa cheee cioè, io ti posso dire tranquillamente, a volte uno, finché non vede certe cose può non rendersi conto...


B. V. : no ma infatti, no ma infatti è per quello che io ti avevo detto (ine.) ero per il sì, nel senso, sia perché comunque cioè, ti conosco e so che, per quanto sia, cioè non è che vai in un (ine.) cioè, non t'immagino che quella è una situazione pericolosa capito? Però secondo me, cioè, mmm cioè, capisci veramente molte cose solo se hai la possibilità di vederlo con i tuoi occhi capito? Di di di....


T.M: ma soprattutto....


 


B.V. : di viverle capisci?


T.M: che è un attimo?


B. V: però non so, non so qual è la morale cioè, che ti porti a casa? nel senso...  





T.M: no, la morale che io mi porto a casa è che ci vuole veramente un attimo aaa volendo, avere di più in senso materiale, poi ti spiegherò meglio anche questo, adesso non è


B.V. : (ine.) sì sì


T.M: il passo è breve. Perché se ci pensi alla fine, anche persone che tu magari ritieni irraggiungibili, alla fine, ti ripeto, varchi la soglia di casa loro senza nessun particolareee problema. B.V.: a volteeee, sì la vita ti ti porta dai, in situazioni anche inaspettate.


T.M: sì. imprevedibili. E ti rendi con, io quello che mi rend, mi son cioè quello diciamo, che ho così, considerato nuovamente, ma che non potevo pensare è che proprio nella vita quello che conta molto, molto, molto, forse ho cambiato idea, ancora più della salute, che purtroppo va bè, a volte può non esserci, però sono i rapporti umani veri e sinceri. Perché tu quando vedi appunto, una persona che ha anche così tanto potere, così tanti soldi, cioè che veramente potrebbe fare qualunque cosa V., perché più di tutti noi messi insieme,


 


B.V. : la Madonna!


T.M: (ine.) si riduce a fare questo, infondo vuol dire che, cioè, io piuttosto sto con il nipote il figlio, la moglie non so, capito?


B. V. : la Madinna, ce ne ha.


T.M: e brava! Qualunque altra cosa o piuttosto mi faccio una fìd... tanto ti dico, ho visto che anche molte belle ragazze non gli dicono di no, no? Quindi piuttosto mi faccio la fidanzata fìghissima trent'anni in meno e mi diverto così. O ancheee...


 


B.V. : però dai un senso....


T.M: (ine.) do un senso. Io ti dico


B. V.: tu dici, non vedi il senso?


T.M: no. No, non ce l'ha. Perché ti ripeto, vuoi allora l'amante bellissima che in camera tua ci fai quallo che vuoi? Ma che senso ha sto 'puttanaio'? e li è la mancanza, l'impossibilità di costr.. tu hai paura di costruire un rapporto perché pensi che sia comunque interessato e allora fai un po' di festa così, perché non ti leghi a nessuno. Perché non ti scopri con nessuno finché c'è tutto quel 'BULIRONE' Quindi io ti ripeto, mi son sentita, ma anche le ragazze che erano li con cui poi ho parlato, e loro fra di loro comunque c'è un sacco di rivalità e competizione


 


B.V. : (ine.) sicuro questo.


T.M: una roba allucinate. Io infatti...


B. V. : tanto son tutti li con lo stesso scopo (ine.)


T.M: assolutamente sì.


B. V.: chissà laa, chissà lei come viene vista piuttosto? Dai lei, (ine.) risultato


T.M: sì sì no, io ti dico che torno a casa dicendo guarda nella vita veramente se tu hai la fortuna di avere dei bei rapporti con, ma anche poche cioè, con delle persone su cui contare stai bene. B.V.: (ine.)


T.M: Vivi bene comunque, perchè ti dicevo la cosa della salute, perchè anche se stai male hai comunque un appoggio e invece se tu sei solo o sei falso o sei invidioso eee, fai la brutta vita. Fai proprio una brutta vita.


B. V. : mmm ma infatti, infatti ti dico in generale anche a livelli molto, cioè, perchè lì è proprio il massimo livello perchè


T.M: certo!  





B. V. : però anche a livelli molto più cosili più più ridotti cioè più ristretti così certi ambienti che si possono vedere in ogni parte capitio? Secondo mee...


T.M: a sin, rivedi la stessa dinamica sì sì.


B. V, : eeemmm, li magari è ai massimi livelli peròòò infatti ti dico, quando (ine.) perchè poveretta non però tipo, magari a volte quando a me la Maddy mi fa certi discorsi no? Io mi chiedo, ma che cosa deve andare a cercare? E sembra, capito? Il ragazzo, il divertimento,


T.M: e lo so. B.V.: la voglia di essere liberi. Ma liberi di cosa? cioè, liberi di farti usare dal primo che passa? Face, tanto voglio dirti, purtroppo anch'io ho fatto i miei errori, alla fine cos cosa ti lasciano? Certe cose, come dici tu, non vere, non vere perchèèèè, va bè, poi ci può essere la volta che non che una cosa non nasce che proprio tu te neeee non soooo


T.M: sì sì sì sì


B. V. : dai, non è che uno adesso, sempre,


T.M: s'innamora perdutamente..


B. V. : (ine.) perdutamente. Ci può essere la volta che lo sai che è una cosa è destinata a finire però magari c'è la volta cheeee, però voglio dirti, alla fine, appunto, sono le cose vere quelle che contano cheee... cioè, anche se magari puoi avere una vitaaaa, meno spericolata, dì, magari una vacanza in più saprebbe da fare, anzi, più che una, peròòòò...


T.M: però guarda che non è così...


B. V. : peròòò io in un certo mondooo


T.M: no, no (ine.)


B. V. : dico, vedi molta solitudine come dici tu, cioè in generale.


T.M: sì. E poi guarda che, ti ripeto, alla fine la vacanza in più adesso, non so come dirti... lì è talmente tutto eccessivo che vivresti una realtà talmente accelerata che poi alla fine, la borsa in più o la vacanza in più che ti compri, non ti soddisfano più neanche quelle. Io ho capito questo, cioè se io entro in questo vortice, ma al di la del fatto che io non ci entrerei mai, poi finisci che vuoi sempre di più e tu vedi queste ragazze che poi ti ripeto, te ne parlerò anche più dettagliatamente, che hanno già qualcosa che sarebbe assolutamente sufficiente per vivere, ma non va bene, perché allora vogliono anche il regalino allora vogliono anche una certa posizione allora vogliono la spintarella, allora e'hanno la sorella il fratello e il cognato da sistemare è una cosa scandalosa. B.V.: ma tuu. cioè appunto hai detto e'ho parlato ma ti sembrano ragazze tutte sceme, tutte pazze tutte furbe, tutte eee


T.M: molteee B.V.: a parte l'invidia che va bè..


T.M: sì sì sì no, io tanto non ce l'avevo perchè nei loro confronti ero esterna e sapevo che era quella volta e poi basta e siccome più o meno io lo dicevo, ma si capiva, cioè io ero l'unica con... stavo bene eee, perchè avevo messo ipantaloni quelli a vita alta con la comincia diversa, un po' scollata, comunque ero truccata non è che adesso ero una suora, però ero diversa da loro perchè alcune erano proprio, ti ripeto, molto televisiva molto molto 'cubo', quindi ero comunque diversa, c'era solo un., c'erano solo altre due ragazze coi jeans e un'altra con un pantalone poi tipo 15 (quindici) in mini abito, quindi  




sai, già quello tifa un po' capre no? No, non tutte stupide, c'erano un paio con cui ho parlato e anche quelle che poi hanno avuto l'atteggiamento più contenuto


B.V. : annuisce


T.M: dopo eee che però, una viene dalla Romania, ma non so, cioè è da tantissimi anni qui in Italia nel senso che non è che le sentì l'accento no, adesso propriooo


B.V. : annuisce


T.M: sono arrivata ieri. Però sai, molte brasiliane venezuelane ti dico, poi, integrate..


B.V. : annuisce


T.M: me mentre con le zoccolissime io non ho proprio parlato, non mi sono confrontata perché li è una questione di essere proprio B.V.: (ine.)


T.M: da che sei sulla strada li hai fatto il salto perché però ecco con quelle non ho parlato.B.V.: (ine.)


T.M: maaa questeee secondo me lo fanno peeer soldi. Ti dico la verità.


B. V. : tanto ne gireranno un sacco.


T.M: sì. A me te lo posso dire tranquillamente per farti capire, ripeto, io sono arrivata e si è entrati direttamente in questa stanza e appunto ci si rivolge con appellativi 'AMORE TESORO' e lui risponde 'CIAO' Sara, Francesca, Antonella ah, ci sei anche tu? La ragazza dalle due lauree piacere, siccome so che ti piace il francese 'enchanté' di qua e di là, quindi, questo è stato l'approccio, cioè, amici miei no io mi ero studiata tutto buona sera, di qua e di là, come mi rivolgo gli do del voi, faccio l'inchino... sto par di coioni! Capito?


B. V. : ma perché quindi le persone ovviamente gli dan tutte del tu?


T.M: si, ma perché non saprebbero coniugare i verbi a una diversa persona, molte (ride) va be, e poi perché loro stesse si pongono così cioè proprio da ere., cioè no ma, sono persone anche molto limitate ti dico io comunque, se vedo un personaggio di rilievo, il produttore


 


B.V. : (ine.) rispetto dai.


T.M: del cinema, sono andata a presentarmi e gli ho detto <piacere, molto lieta>, cioè, lui m'ha guardato come quasi e lì però rischiavo quasi di essere fuori luogo, perché se loro vogliono essere liberi di fere i cretini e vedono una che si presenta in un certo modo.... B.V.: (ine.) il paradosso proprio


T.M: sììììì


 


B.V. : paradosso.


T.M: si sentono imbarazzati. B.V.: (ine.)


T.M: io ero imbarazzante.


 


B.V. : pensa te!


T.M: io ero imbarazzante.


B. V. : maaa. ma la tua compagna era tranquilla?



T.M: no! no no no no no lei stessa si è prestata assolutamente al gioco. Io poi ne ho parlato e lei ee molto tranquilla, nel senso che la Nichi non è una che ti dice le puttanate o si nasconde dietro un dito, altrimenti non mi avrebbe portato, quindi io questo l'ho apprezzato alla fine, e lei... ===== voci sovrapposte === (…)

7 commenti:

  1. Bianca-Hamburg27 gennaio 2011 10:19

    Stando a questo articolo di oggi su Repubblica:
    http://www.repubblica.it/politica/2011/01/27/news/ruby_carte_pm-11706426/?ref=HREA-1
    sembra veramente che un finale sia vicino.

    RispondiElimina
  2. lo spero davvero che il finale sia vicino...tutto il mondo si sta chiedendo perchè è ancora lì e come facciamo a sopportarlo.

    RispondiElimina
  3. @Bianca e @Rape: speriamo, ma a forza di sperare mi viene l'ulcera. Sto leggendo le ultime, la giunta vota per rinviare le carte ai PM, e intanto il ministro degli esteri frattini tira in ballo le carte che proverebbero (che tempismo, eh?) che la casa di Montecarlo e'di Tulliani... Insomma, tentano di eliminare Fini.

    RispondiElimina
  4. cate-aquilotta27 gennaio 2011 20:24

    mi ero persa la trasmissione di lerner ma grazie a folletta, un'amica blogger, ho visto quanto successo!!!
    ormai, davvero, non ci sono più parole, ma imbarazzo coe donna e vergogna come cittadina italiana!!!

    RispondiElimina
  5. Tempismo un par di balle!
    Quelle carte sono state ricevute il 21 dicembre!!!

    Questa sì che è una rivelazione ad orologeria!

    ---Alex

    RispondiElimina
  6. Cate: oggi ne parlavo con una collega olandese. Mi diceva che in questi giorni gli scandali del cavaliere compaiono tutti i giorni persino sui giornali gratuiti che spopolano in treno o sulla metro. Provo molta rabbia, e un'infinita vergogna.

    RispondiElimina