domenica 26 aprile 2009

Il vestito nuovo

images.jpgOggi hanno uno spesso strato di fard e i capelli trapiantati, e sfoggiano pure la bandiera al collo, mentre fanno dei discorsetti quasi impeccabili. Cosi’ accanto al presidente operaio, ferroviere, panettiere, etc etc oggi abbiamo anche potuto conoscere il presidente partigiano. Una volta, quelli che un giorno dicevano una cosa e il giorno dopo un’altra si chiamavano buffoni. Oggi, invece, sembra quasi di giocare con Barbie: basta cambiare il vestito e gli accessori e voila’, con un pizzico di fantasia il gioco e’ fatto.

Fino all’altroieri Barbie-premier aveva altro da fare, aveva da lavorare e non poteva mica andare alle celebrazioni del 25 aprile, come si conveniva alle massime autorita’ dello Stato. Il caravan dei fascisti amici suoi non aveva fatto ancora il tagliando, e un La Russa non e’ mica aitante come Ken, dunque tutto sommato era meglio cosi’, ognuno a casa sua, a scatarrare come gli pare che quelli che hanno fatto l’ Italia erano uguali a quegli altri la’, cioe’ quelli che erano andati a braccetto con i nazisti; tanto al massimo si beccavano un articolo sull’Unita’ l’ indomani mattina e finiva li’.

Cosi’ si sono messi di lena, e scatarra oggi, scatarra domani, hanno preparato il terreno, e si sono pure fatti un bel disegno di legge per dare la pensioncina a quelli che erano stati, certo, amici dei nazisti, pero’ alla fine non erano cattivi, che’ a vent’anni non si puo’ mica essere cattivi, no? E poi i morti sono morti, e meritano rispetto, eh?

Adesso, preparato il caravan, bisognava solo trovare il posto per accamparsi e fare una bella scampagnata. Il prode Bertolaso, da sempre innamorato di Barbie-premier, aveva gia' suggerito l' Abruzzo per il party G8. Dunque perche' non rimanere in zona? un posticino idilliaco c'e': Onna. Le tende ci sono gia’, e con tutti i confort, vuoi mettere? Pero’ ad Onna i nazisti fecero un massacro, e mica puoi andare a dire ai felici vacanzieri in campeggio (http://www.youtube.com/watch?v=9A1d9WvmE7w&feature=player_embedded) che quelli che furono ammazzati li’ in fondo erano uguali a quegli altri la’, amici dei loro assassini. Ed ecco che magicamente Barbie-premier si cambia d’abito, mette un bel fazzolettino al collo e risolve il problema: confessa che lo sapeva benissimo che i partigiani non erano uguali ai repubblichini, e che la Costituzione (ex-sovietica) vide la luce grazie alla collaborazione di tutte le forze politiche.

Amen, la festa e’ quasi finita, e Barbie-premier ha buttato le basi per un radioso & pacifico futuro del Paese, mentre La Russa fa uno sforzo per sembrare meno fascista e somigliare un po’ di piu’ a Ken. Ma arriva lui, Franceschini, a scombinare le carte: il decreto non s’ha da fare! Gli amici del caravan cadono dalle nuvole, dicono che loro non c’entrano, il decreto non lo hanno mica fatto loro, trattasi di iniziativa privata e personale di altri membri del Parlamento. Barbie-Premier, addirittura, non ne sapeva nulla ma promette solennemente il ritiro del decreto.

Il caravan e’ pronto per le prossime avventure. Bisognera’ solo comprare un altro vestitino. Prossima fermata: Europa (e speriamo che gli amici non scatarrino sul tappeto buono). 

10 commenti:

  1. La capacità di voltare gabbana del nano è veramente prodigiosa e comunque ben conosciuta. Non mi meraviglio più di nulla.

    Siamo in campagna elettorale ed è perfettamente normale che una volta neutralizzati i fascisti (ormai gli ha annessi e quindi non li teme più) si dia da fare per raccattare voti anche da target che tradizionalmente invece non aveva mai considerato.


    ---Alex

    RispondiElimina
  2. Alex, ovvio che lo faccia per raccattare voti.
    Io spero ancora nell' evento naturale, perche' veramente non se ne puo' piu'...

    RispondiElimina
  3. Se il popolo italiano non avesse la memoria così corta...ed un senso critico ben sotto lo zero...altro che premier barbie!

    E tutte le volte che si cambia riscuote un successo sempre maggiore...che rabbia!

    RispondiElimina
  4. eh sì, sembra irresistibile questo buffone .Il popolo italiano lo adora, fadesso poi col fazzoletto al collo è ancora più figo...Povera patria, che triste fine...

    RispondiElimina
  5. Angelo: purtroppo.
    Cara Rape, quel fazzoletto al collo, che orrore!! un insulto alla storia e alla dignita'.

    Sul sito di Icare c'e' un video, non riguarda direttamente lui, ma visto che siamo in tema di elezioni. Ho riso fino alle lacrime.

    A Napoli qualcuno l' ha contestato (yeesssss!!!), e lui si e' dileguato.

    RispondiElimina
  6. Ma un vestito nuovo al compagno fini (sc. term.) non lo prendiamo?

    RispondiElimina
  7. Penso che Fini apprezzerebbe un bel vestito da premier, ma mi sa che non c'e' la misura...

    RispondiElimina
  8. E speriamo non ci sia mai...

    RispondiElimina
  9. ma a quando il presidente-salma?!? :o)

    RispondiElimina
  10. Prima possibile, spero ;-)

    RispondiElimina